17/02/2011

solid X

SolidX (Extra Solid Composit Glass)

La stratificazione del vetro con materiali tradizionali (metalli, tessuti) permette di ottenere prodotti  emozionali con superfici particolarmente adatte alla calpestabilità. Inoltre il vetro protegge i materiali dall’attacco chimico da parte di sostanze aggressive.

La nostra esperienza più che decennale, ha consentito l'ottenimento di importanti traguardi tecnico estetici apprezzati da architetti e designer di interni.

Nel recente passato abbiamo spinto la sperimentazione anche verso polimeri termoplastici tecnici come il policarbonato.

Accoppiati di vetro e polimero/i sono facilmente ottenibili con processi di incollaggio o con adesivi e biadesivi specifici. Si tratta di processi a bassa temperatura che permettono l’impiego di prodotti relativamente performanti come  i polimeri acrilici. Ma questa é un'altra storia!

POLICARBONATO STRUTTURATO E VETRO UNITI PER NUOVE INEDITE EMOZIONI

Anche la stratificazione a caldo di vetro e materiali polimerici, in particolare il policarbonato, non é una novità. Nel settore della sicurezza, ad esempio, si possono trovare compositi di vetro e film, o lastre compatte, di policarbonato, PMMA, PET, utilizzati e particolarmente apprezzati per la loro resistenza all’urto e ai proiettili.

Ma noi ci siamo spinti oltre.

Per la prima volta nella nostra storia, siamo riusciti a stratificare a caldo una lastra strutturale, alveolare, di policarbonato, nel vetro extrachiaro float e temperato.

La nuova, inedita, combinazione si chiama SolidX (extra solid composit glass) e si pronucia solidex. Questo nuovo composito permette di ottenere pavimenti e superfici leggere, strutturali e emozionali. Grazie alle geometrie interne delle diverse lastre, è possibile creare veri e propri percorsi luminosi o funzionali che aggiungono magia all’applicazione. 

La nuova famiglia SolidX, apre una stagione di creatività e, siamo convinti, troverà estimatori nella clientela vecchia e nuova. Anche in quella più esigente.

Il nuovo laminato richiede ancora delle verifiche per le applicazioni più estreme – es. gli esterni - ma può avere un’immediata applicabilità negli interni.

Non tutte le lastre strutturali possono essere adatte allo scopo. Servono caratteristiche meccaniche - resistenza allo schiacciamento- adeguate al processo di lavorazione.

Particolarmente adatto si é rivelato un prodotto con i segmenti interni ad S di Politec SA chiamato Polisnake®. Ciò non di meno, altre strutture tradizionali possono fornire prestazioni adeguate, siano esse in un solo strato (lastra singola)  che in versioni a più strati. La nostra ricerca continua e il risultato sarà presentato al prossimo fuori salone di via Tortona, durante la manifestazione milanese:  Il Salone del Mobile 2011. Vi aspettiamo!

LE CARATTERISTICHE  TIPICHE DEL POLICARBONATO IN LASTRA

Le proprietà del materiale, rendono queste lastre particolarmente resistenti agli sforzi meccanici e agli urti. Un aspetto significativo del policarbonato è che le sue proprietà vengono mantenute in un ampio intervallo di temperature, sia a freddo -sotto l’effetto del gelo anche sino a -20°C - ,che a caldo – resistenza la calore =< 120°C -. Un comportamento essenziale per la sicurezza negli impieghi in fabbricati industriali, impianti sportivi, costruzioni pubbliche, private ecc…

Applicazioni tipiche del settore edile

Il materiale e nella declinazione in lastra alveolare o strutturale trova applicazioni in quelle situazioni che privilegiano le sue eccezionali caratteristiche, combinate, di resistenza all’urto, leggerezza, trasparenza, autoestinguenza, capacità di isolamento termico superiore a quella del vetro stratificato standard.

Nella versione in lastra alveolare sono possibili risparmi sui consumi energetici per il riscaldamento o il raffrescamento degli ambienti.

Le lastre alveolari in policarbonato, sono ampiamente utilizzate dal settore edile per la realizzazione di :

- finestrature;
- "shed" e tamponamenti industriali o sportivi;
- coperture di edifici industriali e/o sportivi;
- divisori interni per uffici;
- opere architettoniche in generale (e lastre possono essere anche colorate

Isolamento termico

La particolare forma alveolare con spessori variabili, consente un risparmio energetico anche del 45% (es. lastre di spessore 6 mm o superiore) rispetto ad una lastra in vetro da 4 o 6mm.

Trasmittanza luminosa

Per quanto riguarda le caratteristiche ottiche, le lastre alveolari in policarbonato tradizionali o con struttura ad esse, offrono elevata trasmittanza luminosa, associata ad un ottima azione di schermo contro i dannosi raggi ultravioletti.

In genere, da prove sul campo e sperimentazioni in laboratorio dei produttori, le lastre protette con “sistemi anti U.V.” mantengono nel tempo (dopo 10 anni di esposizione agli agenti atmosferici) circa il 93% della trasmittanza iniziale. La protezione preserva anche le proprietà meccaniche del materiale. Grazie a questi risultati, i produttori garantiscono le loro lastre per almeno dieci anni nei confronti delle azioni degenerative delle condizioni climatiche esterne.